L'uomo è il sacerdote del caos, la pedofilia è la sua volontà di potenza sulla natura infante, la vita è la celebrazione di tale miseria.

I preti pedofili danno messa ogni giorno.

martedì 30 ottobre 2012

News e progetti per i prossimi mesi

Scriviamo questo post per rendervi partecipi di quanto realizzeremo nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Siamo una band di chiara matrice capitalistica e pertanto ci differenziamo dai frikkettoni nostri colleghi per la nostra iperproduttività. Crediamo fortemente che l'offerta debba necessariamente superare la domanda per generare quell'abbassamento dei costi in grado di far implodere il circuito consumistico e portarci al collasso economico. Dal quale noi sapremo trarre ulteriore profitto.
Innanzitutto i live. Saranno quattro nel mese di novembre e poi Dio vedrà se suoneremo ancora. Il 10 novembre al Circolo degli Indian Bikers apriremo ai The Big Snail's Crunch, quattro mocciosi che provano a farci il verso da tempo nonostante esistano da ben 3 anni prima di noi. Presenteranno il loro ep, noi invece gli presenteremo il conto, una volta per tutte. Il 21 novembre suoniamo al Garage Sound di Bari. Il 24 novembre al prossimo Foggiapalooza che si terrà per la prima volta al Circolo degli Indian Bikers. Il 30 novembre dovremmo suonare al Luc di Manfredonia. Insomma il prossimo mese dovrete ingegnarvi un po' di più a trovare nuove scuse per evitarci, considerando che la febbre, la festa della vostra amica del cuore che vi volete scopare ma non ve la da, un concerto a Bisceglie dei Blind Cows e dei Lacosmica, lo scontro salvezza tra Milan e Genoa, il lavoro e l'ora legale li avete già utilizzati.
Per quanto riguarda invece le nostre pubblicazioni è con vero piacere che annunciamo di essere ufficialmente al lavoro per due importanti progetti. Due progetti? Si due. Cazzo i Preti Pedofili lavorano su due progetti e noi non abbiamo ancora fatto un cazzo. Cazzo. Progetto uno: split EP con i Nastenka aspetta un altro, band dalla dirompente fama locale, dalla quale succhieremo un po' di popolarità, da buone sanguisughe quale noi siamo. E' infatti con queste piccole mosse strategiche che si ottiene il successo planetario al quale naturalmente ed evidentemente aspiriamo. Progetto due: il nostro terzo disco. Si chiamerà L'Age d'Or, ispirandosi al film di Bunuel e Dalì del 1930. Siamo vecchi e gommosi. Però le sonorità a cui stiamo lavorando sono giovani ed appariscenti come non mai. Esprimeremo la plastica che ottenebra le vostre vite in maniera inusitatamente velocizzata. Abbiamo mandato il nostro bassista in palestra per questo. Per il momento è tutto, potete continuare ad ascoltare i Sick Tamburo e gli Stato Sociale, che quelli almeno li riuscite a capire. A mai più.

Nessun commento:

Posta un commento