L'uomo è il sacerdote del caos, la pedofilia è la sua volontà di potenza sulla natura infante, la vita è la celebrazione di tale miseria.

I preti pedofili danno messa ogni giorno.

martedì 13 ottobre 2015

Brano numero 2: Il Sol dell'Avvenire

Ci siamo lasciati lo scorso mese interrogandoci sull'effettivo livello di comunismo di Caparezza. Siamo giunti alla conclusione che Caparezza è solo un ipocrita, nonchè un reazionario. Noi invece siamo davvero comunisti a cinque stelle, e lo dimostriamo con il brano che vi proponiamo questo mese. Si intitola "Il sol dell'avvenire" ed è tratto da una scena dell'omonimo romanzo di Valerio Evangelisti. Attilio, ex garibaldino rimasto senza lavoro, senza famiglia e senza ideali, scopre finalmente la sua vocazione socialista (all'epoca i comunisti si chiamavano così) intonando a pieni polmoni l'Inno dei lavoratori scritto da Filippo Turati. Siamo sul finire dell'800, il neonato Regno d'Italia presidia con i suoi gendarmi le osterie della bassa padana, crocevia di incontri e di idee sovversive. Proprio in una di queste avviene la scena in questione, che si conclude con l'arresto di Attilio ad interrompere il suo canto rivoluzionario, ed un plauso che si solleva spontaneo dal fondo della sala. Un atto di compiacimento, certo, non si sa se per la canzone o per l'arresto. L'inno dei lavoratori ha suscitato il nostro interesse per vie trasversali, visto che allo stato attuale siamo tre disoccupati. Lo abbiamo scoperto vedendo su Google immagini le fotografie in bikini di Anna Kuliscioff da giovane, la fidanzata di Filippo Turati, una donna veramente notevole sotto ogni punto di vista. Voi lo sapevate che la fidanzata di Turati era Anna Kuliscioff? Ed avete visto le sue foto su internet? Non credo proprio. Probabilmente non avete mai sentito nemmeno questo nome. Siete come Caparezza. Falsi comunisti.

Nessun commento:

Posta un commento